28 agosto 2007

Le 43 cose da fare prima di morire



Sul web una lista semiseria di progetti


Dopo l'estate è tempo di tirare un primo, piccolo bilancio. Se per l'autunno di fanno progetti, è anche utile avere supporto per poterli portare a termine. Su questa filosofia 43Things.com, raccoglitore virtuale dei desideri, possibili e impossibili, aperto da tre anni. È bastato porre una semplice domanda: "Cosa vuoi fare nella tua vita che non hai ancora fatto?". A oggi, oltre 1,2 milioni di persone hanno risposto depositando la propria lista di cose da fare.

Si va dal gettonatissimo "Innamorarmi" a "Sposarmi", fino ad un generico "Essere felice", ma anche "Non sposarmi mai". Senza dimenticare il fattore fisico, con "restare in forma", "Perdere peso", "Fare esercizio in maniera regolare", "Fare yoga". Ci sono poi desideri a lunga scadenza come "Imparare una lingua straniera", "saper suonare il pianoforte o la batteria" fino a un venale "guadagnare più soldi". E quelli decisamente curiosi, come "Imparare a snocciolare una ciliegia al maraschino con la lingua", "Andare sulla luna".

Non mancano piani più filosofici: "diventare una persona migliore", "Vivere invece di esistere", "Essere più sicuro di ciò che voglio", "Godermi ogni momento". Alla fine però, tra i più votati resta "Piantarla di perdere tempo su internet e pensare di più a lavorare".

Nessun commento:

Posta un commento